Comune di Piombino

Bambini abbandonati in auto. Mozione di Ferrari discussa in terza commissione

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
APEA Piombino
Piano Strutturale Val di Cornia
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
Segnalazioni ERP
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
banner qualità acqua
Rimozione forzata
banner bandiera blu 2016
Pulizia strade

Photogallery

Centro Velico
Archivio immagini
Notizie dal Comune
Home » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
media_bianco 4x4
gio 19 ott, 2017

bambini in auto
Bambini abbandonati in auto. Mozione di Ferrari discussa in terza commissione

Una mozione presentata dal consigliere Francesco Ferrari di Forza Italia Ferrari per introdurre alcuni accorgimenti volti a scongiurare il fenomeno di bambini ‘dimenticati’ in auto, di cui le cronache raccontano con sempre maggiore frequenza per gli esiti tragici che certe volte ne conseguono.


Se ne è parlato martedì 17 ottobre in una riunione della Terza Commissione consiliare, presieduta dalla consigliera Maria Grazia Braschi, alla quale hanno partecipato le educatrici dei nidi d'infanzia della città, pubblici e privati, la coordinatrice pedagogica zonale Valeria Cattaneo, l'assessore alla pubblica istruzione Margherita Di Giorgi.
Nella mozione presentata da Ferrari si proponeva di scongiurare questo rischio con l'invio di un messaggio o con una telefonata da parte delle educatrici in caso di assenza dei bambini dal nido.
Una possibilità che non è stata ritenuta perseguibile dalle educatrici, e forse nemmeno troppo efficace, per una serie di motivazioni la cui validità è stata riconosciuta anche dal consigliere Ferrari alla fine della discussione.
I temi sollevati sono stati quelli relativi ai limiti della responsabilità formale dell'educatore.
“Nel momento in cui si introduce una procedura come questa – ha sottolineato la coordinatrice pedagogica – questa procedura deve essere perfettibile e non può contemplare errore altrimenti si rischiano conseguenze penali per l'educatore stesso.”


Dal punto di vista dell'efficacia di tale procedura, tutti sono stati concordi nel ritenere che sia molto più utile agire su un piano di concreto alla genitorialità.
Spesso questi fenomeni sono da ricondursi a casi di ‘amnesia dissociativa temporanea’, una sorta di ‘buco nero’ nella memoria che porta ad essere convinti di aver compiuto delle azioni abitudinarie quando in verità non le abbiamo fatte. Non si parla quindi di responsabilità perchè non sono azioni frutto di una scelta. E' importante quindi agire sul fronte del supporto per evitare il più possibile rischi di questo genere.

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

saharawi
lun 12 ago, 2019
Questa mattina il sindaco Francesco Ferrari insieme all’Assessore Gianluigi Palombi hanno ricevuto in sala consiliare i bambini provenienti dai campi profughi dei rifugiati saharawi nel deserto del Sahara, ospitati a Piombino grazie all’associazione ....
logo centro gio
gio 11 lug, 2019
Si è concretizzato il progetto "DIVERSI? NO, ABILI: DALLA SCUOLA AL LAVORO", nato dalla collaborazione della Banca di Credito di Castagneto Carducci con la Compagnia teatrale Mayor von Frinzius, il Centro Giovani “F. de André” ....
nonni vigili
ven 18 set, 2015
Entrata e uscita delle scuole cittadine più sicure grazie ai nonni vigili. Anche quest’anno l’amministrazione comunale ripete la positiva esperienza con i volontari dell’associazione Auser che, insieme alla polizia municipale ....
campi solari
gio 02 lug, 2015
Contributi per le attività educative estive per campi solari, campi estivi residenziali, centri di aggregazione anche con finalità sportiva, culturale, sociale, centri gioco educativo e asili nido. I Comuni della Val di Cornia, Comune di ....
- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT 82 T 01030 70720 000004200020
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it